Quando Borges stava per vincere il Nobel (e c’era anche Tolkien)

In questi giorni, l’Accademia di Svezia ha autorizzato l’accesso agli atti dell’edizione 1967 del Premio Nobel alla letteratura, vinta poi dal guatemalteco Asturias. È il più recente anno desegretato – poiché, da regolamento, è necessario che passino cinquant’anni – e sono emerse interessanti sorprese.

Settanta gli autori candidati, e troviamo nomi che ben conosciamo. Continua a leggere

Annunci

Il vuoto di Dio

Il male più oscuro di Giuseppe Berto

Molti scrittori, troppi, si sono affannati a uccidere Dio, ma pochi di essi sentono lo spaventoso vuoto che questa morte ha lasciato in tutti noi: io sono nel dramma di questo vuoto[1].

 

Un grumo di inquietudine esistenziale e religiosa pulsa nelle pieghe dell’animo di Giuseppe Berto (1914-1978), con una insistenza tale da poter assumere i contorni di cifra distintiva della sua vita. Dai primi esordi letterari fino all’ultimo romanzo, mandato alle stampe poche settimane prima della morte, Berto ha raccontato in molti dei suoi personaggi la solitudine dell’essere umano incapace di rassegnarsi all’assordante silenzio di Dio. Continua a leggere

2017: bilancio di un anno bellissimo, ed ora verso nuovi orizzonti!

In un anno possono cambiare tante cose, che siano nel bene o nel male. Chissà quante novità sono entrate a far parte della vostra vita.

Di solito è questo il momento dell’anno in cui ognuno ripensa a quanto gli sia capitato e trae delle conclusioni. Vogliamo farlo anche noi, e, consapevoli di quanto la trasparenza sia fondamentale, desideriamo rendere tutti voi partecipi di quanto ci è accaduto, corredando il tutto da informazioni e statistiche curiose.

Ora che il 2017 è definitivamente terminato, possiamo dire che si è trattato di un anno importantissimo per il Rifugio dell’Ircocervo. Tantissimo è accaduto, anche di stravolgente. Continua a leggere

Le nostre personali letture dell’anno: tra capolavori e delusioni

Dei molti libri che leggiamo, solo una minima parte finisce in recensione sul blog. Molti ci sembrano capolavori memorabili, altri ci lasciano delusi e scontenti. Ecco che allora, sul finire dell’anno, tutti noi del Rifugio dell’Ircocervo abbiamo ripercorso le nostre – molte – letture del 2017 e abbiamo stilato la classifica dei libri che più abbiamo amato, aggiungendo inoltre il libro che invece più ci ha deluso. Se siete curiosi, ecco di seguito quali: Continua a leggere

I 10 libri imperdibili del 2017

Il 2017 è stato un anno ricco di nuove entusiasmanti uscite e di affascinanti scoperte letterarie. Con l’avvicinarsi delle feste, quale idea migliore che regalare uno dei libri del momento ad amici e parenti?

In questo articolo abbiamo selezionato, tra i libri che abbiamo letto e recensito nel 2017, i 10 che più ci hanno coinvolti e stupiti. Speriamo che possano essere un’ottimo spunto anche per voi e che vi regalino travolgenti ore di lettura. Continua a leggere

Il discorso di Grazia Deledda al conferimento del Nobel

Ricordare Grazia Deledda è un atto dovuto. Troppo spesso non lo fanno i libri di testo né i programmi scolastici né i più attenti professori di lettere nei licei. Ricordo che in cinque anni di liceo classico, mai uno dei miei professori ha parlato di Grazia Deledda. Del primo Novecento italiano si è trovato tempo e occasioni per spiegare Emilio Cecchi, Sergio Corazzini, Emilio Praga, Camillo Sbarbaro, eppure mai una parola per la scrittrice sarda.

Gli stessi editori ancora oggi trascurano la sua opera. Continua a leggere

10 libri come preparazione letteraria al Natale

L’inizio di Dicembre segna la comparsa delle prime luminarie per le strade della città, dei mercatini di Natale e delle pubblicità dei panettoni in televisione.

Quale modo migliore per un lettore di aspettare il 25 dicembre se non in compagnia di una collezione di bei libri sul Natale?

In questo articolo abbiamo selezionato per voi dieci titoli di genere e stile diverso, alcuni noti, altri decisamente di nicchia, che vi riempiranno di un’ottima dose di atmosfera natalizia. Continua a leggere